Press enter to see results or esc to cancel.

Il vero prezzo del social media marketing

Quasi quotidianamente incontro imprenditori entusiasti della possibilità di avviare un progetto di social media marketing.

Vuoi perché il vicino di casa ha detto “che Facebook funziona”, perché il competitor diretto “ha 500 mi piace sulla pagina” o perché scaturisce (finalmente) la necessità di affacciarsi alle piattaforme digitali, mi trovo a fare il pragmatico in mezzo a un mare di sogni legati al connubio web-aziende.

Gli occhi di zio Paperone, col simbolo del dollaro al posto delle pupille, lasciano presto spazio allo sguardo attonito di un bambino alle prese con la vera identità di Babbo Natale.

Sì al social media marketing: ma quanto costa?

Questa scena si ripete soprattutto quando, dopo aver indagato sul budget a disposizione ed essermi sentito dire “fai tu, trattami bene”, faccio capire che non stiamo parlando di pizza e fichi ma di un lavoro che richiede studio, impegno, creatività e costanza. Fattori che, ovviamente, vanno riconosciuti dal punto di vista economico.

Il social media marketing non è un’attività low cost: guai a farsi ingannare dall’apparente gratuità di Facebook, perché quando un servizio ha questa caratteristica significa che il prodotto siamo noi (cit. Rudy Bandiera). E poi, diciamoci la verità: se una cosa la paghi poco, molto probabilmente quello è il suo valore ed il beneficio che ti può portare.

Il social media marketing non è un’attività low cost Condividi il Tweet

Un progetto di social media marketing realizzato in maniera professionale (che non equivale a  prendere una foto da Google Immagini e scrivere “buongiorno” e “buonasera” a 50€ al mese) parte dall’elaborazione di una strategia. “Ok, ma se mi gestisci i social cominciamo da domani?” come se io, da esperto di marketing digitale, conoscessi vita, morte e miracoli del tuo business.

Per prima cosa devo approfondire i tuoi punti di forza e di debolezza, l’offerta, il settore, i concorrenti, il target (che non significa “il mio prodotto è rivolto a tutti”) e gli obiettivi, in modo da dare una direzione chiara alle attività da svolgere.

Da leggere: Rendi felici i tuoi clienti grazie ai social

Online non puoi comunque improvvisare

Definita la strategia e con essa la linea editoriale, vanno creati i contenuti testuali, usando un linguaggio empatico, e grafici, affinché si catturi l’attenzione, arricchiti da news che possono mantenere elevato l’interesse dell’utente; impostate delle campagne promozionali (per costruire o aumentare un pubblico concretamente interessato a ciò che vendi); gestiti i commenti; stimolate le interazioni e messi a punto dei report statistici.

In buona sostanza, il social media marketing è un lavoro.

Per approfondire: Come gestire meglio il tuo tempo sui social

Quanto costa un processo di questo tipo? Gli elementi che incidono sull’investimento sono molteplici: il tipo di interlocutore (un libero professionista, che svolge tutto autonomamente, o un’agenzia strutturata che coinvolge un team dedicato), la sua esperienza, il blasone, i risultati che vogliamo raggiungere e l’arco temporale.

Senza contare che entrambe le figure devono mettere a budget strumenti a supporto, la formazione (fattore troppo spesso trascurato ma davvero fondamentale), le spese legate allo svolgimento della professione ed il proprio margine di guadagno.

Conclusioni

Il social media marketing non è semplicemente “stare su Facebook”, ma un’azione importante e che può darti risultati concreti. Qual è la tua esperienza a riguardo, da imprenditore o addetto ai lavori? Raccontalo nei commenti e, se l’articolo ti è piaciuto, diffondi il verbo! 🙂

Related Post

Commenti

Scrivi un commento!

Shares